Le “storie” di Crocs

Le storie si sa, possono rendere un brand mitico.

Lo sanno bene anche i fondatori Crocs che nella loro perfetta strategia di brand building stanno cercando di raccontarcene più di una.

Quella ufficiale USA:

It all started when three Boulder, Colorado based founders decided to develop and market an innovative type of footware called Crocs™ shoes.

Quella ufficiale europea:

Three friends are sailing on a boat through the Caribbean. In their luggage: a pair of Canadian clogs and the fixed idea of making a practical boating shoe out of plastic sneakers. No sooner said than done: and what begins as a fun sailing voyage develops within four years into a shoe enterprise.

Quella non-ufficiale (qualcuno di loro però l’avrà pur raccontata):

On a Caribbean sailing trip in May 2002, three Colorado guys began dreaming about the perfect shoe (as you do !!). They wanted something they could wear on their boating trips that was comfy, useful, fashionable and fun. A shoe that was slip-proof and waterproof, didn’t smell, didn’t leave marks, and was the most comfortable shoe in the World. (…) Well – they did it !

Ecco quella vera

Nel 2002 Andy Reddyhoff, direttore dello stabilimento di Finproject Canada (sede canadese dell’italianissima anzi marchigianissima Finproject, azienda specializzata in suole), inventa questo brutto zoccolo di plastica.

Finproject comincia a venderlo ad un ristretto numero di aziende tra le quali c’era Crocs.

Nel 2004 Crocs acquisisce Finproject.

Beh, realtà e mito si incrociano sempre quando si tratta di “tell a story” ma non sarebbe il caso di raccontare sempre la stessa? 🙂

Sarò ripetitivo ma qualcuno lo fa sempre….

Ero a Rheno in Nevada, il paese dei cowboy, per promuovere i miei vini e in un momento di relax avevo deciso di fare una passeggiata sulle montagne rocciose. Prendendo le mie scarpe da ginnastica con la suola in gomma, ho iniziato subito ad avere disturbi per il grande caldo e per lo stato di malessere in cui si trovavano i miei piedi. Tormentato da questo fastidio, senza rifletterci sopra, ho deciso di fare con un coltello un paio di fori nelle suole, per diminuire la temperatura interna. Così mi è venuta l’idea di come risolvere un problema molto sentito. Quello è stato l’inizio dell’avventura che ha cambiato il mio destino di imprenditore.

4 Risposte to “Le “storie” di Crocs”

  1. aenima Says:

    io non capisco se sono scomodissime o incredibilmente comode. le vedo nei piedi degli altri e davvero non capisco. però, non avrò mai il coraggio di comprarle..

  2. TheDeejay Says:

    Anche il nuovo Brand Lofu by Zeis excelsa si avvale dell brevetto della Finproject.

    Ecco il link Lofu: http://www.lofu.it/index_ITA.html poi cliccate su Tecnologia>Tecnologia.

    Ciao ciao

  3. Massimo Says:

    ..sapevo della cosa…
    non ricordavo il marchio!

    grazie😉

  4. TheDeejay Says:

    prego🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: