Il mio progetto per un corporate blog

Capita molto di frequente alle aziende di trovarsi a dover scegliere tra fornitori blasonati (e molto cari) e fornitori quasi sconosciuti ma “interessanti” (molto smart) ovviamente  molto più economici dei primi.
Quello che può accadere, è che il decision maker dell’azienda quando si tratta di scegliere tra il prodotto del fornitore blasonato e quello quasi-sconosciuto, scelga quello del più blasonato, non per la sua manifesta superiorità qualitativa quanto per mettersi a riparo da eventuali critiche ex-post.

Tutto questo capita sopratutto a realtà come quella di Azienda* (piccole ma con un prodotto vincente) che, essendo giovani e con pochi mezzi finanziari, non sono in grado di valorizzare, comunicandolo ai prospect, quel capitale intangibile, fatto di lavoro duro, idee, incontri e passione, che ogni giorno “anima” la vita aziendale stessa.

Per riuscire a fare questo, ho pensato  a quello che credo sia lo strumento migliore oggi per un’azienda come Azienda*: un blog.

È facilmente spiegabile quale sarà la mission del blog di Azienda*: quello di raccontare in maniera più veritiera possibile la vita aziendale di tutti i giorni e comunicare quell’intangibile valore aggiunto che altrimenti rimarrebbe nascosto ai potenziali clienti. Il sottotitolo è molto elequente: Real people. Real business life.

Lele Dainesi in un articolo su Espansione del quale ho già parlato, definisce corporate un blog quando lo stesso è uno strumento ad uso “interno”

…..funzionale allo sviluppo e alla collaborazione tra dipendenti della stessa impresa e del knowledge management…..

Un business blog invece, continua sempre Dainesi, è un blog esclusivamente con finalità divulgative “esterne”, adatto all’interazione con clienti e prospect.

NomeBlog* per me è un corporate blog; lo è perché, oltre alla valenza esterna prevalente, sarà un formidabile strumento di knowledge sharing interno e poi perché credo che la parola “corporate” rispecchi molto di più la filosofia di “business glastnost” piuttosto che la parola “business” che mi sa più di fake-blog (flog).

Ecco il primo screenshot:

Presto gli sviluppi….

*: non appena online la “censura” verrà rimossa!🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: