La forza della community: Facebook docet

Un interessante post su Church of the Customer Blog ricorda a tutti i creatori (futuri ed attuali) di un social network quanto la community abbia potere e non vada mai “scavalcata”.

Any organization intent on building a community, especially one of content creators, should take the Facebook lesson to heart: A community that contributes content or vast amounts of attention inherently demands that the principles of democracy shape its future; many member-citizens will demand a voice and a vote that determine their collective future.

Ben McConnell riporta due esempi complemente opposti di come si possa interagire con la propria community.

La best pratictice rappresentata da Threadless, azienda da 20 milioni di $ di Chigago che produce T-shirt su consiglio della propria community, che chiede aiuto alla propria community per recuperare contenuti inseriti dagli iscritti e cancellati per errore dagli amministratori del sito. La community è stata ben felice di rimediare al danno visto che in ogni occasione era stata invitata a dare il proprio contributo e si sentiva ascoltata e coinvolta.

Based on the company’s elaborate efforts to encourage the community’s participation and ownership in decision-making, some members wrote scripts to recover content from Google’s cache servers.

Il danno quindi, anche se grave, venne riparato grazie alla convinzione del creatore del sito che la community è l’unica fonte del loro successo:

“Our community could destroy us if they wanted to!”

La “malpractice” è invece rappresentata da Facebook, socialnetwork che vanta 9 milioni di membri, che ha implementato una nuova feature (forse anche migliorativa) senza prima interpellare la community.

La reazione non si è fatta attendere ed infatti centinaia di migliaia di email di protesta sono piovute nella casella del fondatore Mark Zuckerberg insieme a petizioni ed articoli di condanna.

Mark Zuckerberg, da buon🙂 web-community-sindaco, si è limitato ad uno sbrigativo:

“we appreciate the feedback”  

Una Risposta to “La forza della community: Facebook docet”

  1. Sghedo Says:

    Sbrigativo? Beh si.. diciamo così😀

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: